Ioniq plug-in

EcomobilityIdea-Ioniq_Dav.jpgÈ con grande gioia che finalmente dopo 13 anni di attesa posso creare questa pagina: una dedica ad un’ auto da 100 km con un litro.

Dal 2005, da quando ho cominciato a conoscere la Toyota Prius, mi sono sempre chiesto come fa un’ auto qualsiasi a fare meno di 30 km con un litro di carburante dopo 50 anni di esistenza del motore a scoppio. E pensare che c’è ancora gente che si vanta perché la propria auto percorre quasi 21 km con un litro. Inconcepibile! Non è possibile migliorare il motore a scoppio, pertanto negli ultimi 20 anni ci hanno ammaliato con auto “luccicose” e ingombranti spacciandole per spaziose, confortevoli, full-optional e rispettose dell’ Ambiente.

Quando avevo ormai perso le speranze si è palesata Hyundai Ioniq in 3 versioni: ibrida, ibrida plug-in ed elettrica. Ho subito cercato di capire quale fosse la soluzione migliore e la scelta è andata sulla versione plug-in che può percorrere più di 60 km in modalità puramente elettrica.

EcomobilityIdea-Ioniq_LatR.jpgNel percorso casa lavoro di circa 13 km, per metà extraurbano e metà cittadino da fare 4 volte al giorno, ora posso muovermi sempre in modalità elettrica senza preoccuparmi di colonnine non funzionanti o fuori percorso e con costi il doppio di una carica domestica. Per percorsi più lunghi ho comunque un motore a benzina che in modalità ibrida può percorrere più di 22 km con un litro. Ma quante volte mi succede in un anno di percorre più di 60 km in una sola volta? O meglio, se a metà strada posso ricaricarmi, quante volte capita si percorrere più di 120 km in una sola volta? Forse 15? Sarebbero più di una volta al mese. In ogni caso, dato che tra un pieno di carburante e l’ altro potrebbero passare anche mesi, potrei fare il pieno di benzina nel momento in cui costa meno bloccando il prezzo.
Ma torniamo alla ricarica elettrica: posso caricarmi in Fascia3 dalle 5:20 alle 7 del mattino, dopodiché sfruttare il fotovoltaico fino alle 8:40 e in pausa pranzo dalle 13:30 alle 14:10. Ebbene sì, potrei viaggiare almeno il 50% gratuitamente, soprattutto sabato e domenica potrei caricare l’ auto dalle 9:00 alle 12:30, meglio ancora dalle 11 alle 14:30. Nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, non essendoci luce la mattina, potrei caricare l’ auto dalle 5 alle 7 per rimanere almeno in Fascia3 sfruttando la tariffa più bassa e comunque sfrutterei il fotovoltaico nei 40 minuti di pausa pranzo e nei week-end quando il sole è al suo picco giornaliero.

A fare bene i conti, considerando la corrente domestica a 0,25 euro al kWh, in rapporto costo medio litro paragonato ad un’ auto che percorre 16,5 km/l, potrei riuscire a percorrere più di 50 km con un litro di benzina, o forse 100? Ma per non lasciare dei dati alle ipotesi vi aggiornerò passo passo, di mese in mese.

BENVENUTA A CASA MIA HYUNDAI IONIQ PLUG-IN

EcomobilityIdea-Ioniq_LGui