Mercato auto marzo 2019: falsa partenza per gli incentivi, ma il cambiamento è in atto


EcomobilityIdeaUnrae-Marzo2019.pngEcomobilityIdeaUnrae-Marzo2018Il mercato auto di marzo 2019 esce rallentato dalla mancanza del decreto attuativo degli incentivi statali arrivato praticamente a inizio aprile e il -9.7% era inevitabile. Nel complesso ibride inarrestabili e primo show di Tesla con la Model 3. 

Come mostrano i dati unrae, le ibride sfondano quota 10.000 unità grazie anche alle plug-in e, nonostante il freno a mano tirato, a causa degli incentivi partiti a rilento, mantengono il trend  positivo con un +35.1% compreso il +22.2% delle plug-in. Le ibride hanno nel mirino le GPL, ma per il momento restano dietro con quota di mercato del 5.3% (compresa di plug-in)
Toyota torna ad occupare tutti e 4 i primi posti con le vendite della nuova Corolla. Toyota continua a ignorare l’ elettrico, o meglio, continua a denigrare l’ elettrico con le sue pubblicità. Potrei capire questo atteggiamento se avesse una gamma tutta plug-in, perché è evidente che anche le ibride tradizionali verranno sostituite sicuramente dalle plug-in, vedremo fino a quando Toyota vorrà negare l’ evidenza. Al momento il mercato le da ragione, ma fino a quando? Non sono molto d’ accordo nemmeno su come unrae raggruppi ibride con ibride plug-in, come del resto stonano anche le micro-ibride con le ibride.
EcomobilityIdeaUnrae-IbrideMarzo2019Dal grafico EcomobilityIdea per ora è evidente che il mercato vuole sempre più auto ibride.
EcomobilityIdea-graf-IbrideMarzo2019GPL in linea con il 2018, solo +2.7% e quota di mercato ancora al 6.6% su base annua. Probabilmente questa è la quota che il mercato ha concesso a questo tipo di alimentazione, almeno per il 2018.

Il mercato del
 metano ormai è in metastasi, un altro negativo, -39.3% su numeri così bassi è davvero un risultato pessimo. Qualcuno dice che con i nuovi modelli Volkswagen, FCA e SEAT in uscita con questa alimentazione, il metano potrebbe avere una ripresa, ma non vedo perché una casa automobilistica dovrebbe investire in un mercato che detiene l’ 1.2% e che è in discesa cronica.

GPL e metano in crisi, quota di mercato al 7.8%, un anno difficile per le alimentazioni a gas.

Diesel al settimo negativo consecutivo, -25.2%, un crollo totale, sono già quasi 100.000 in meno le diesel vendute da inizio anno con una quota di mercato al 43.9%!
L’ aria è insopportabile, tutte le alimentazioni migliorano mentre il diesel è alla resa dei conti!
In questo mese, dopo 16 mesi consecutivi in cui il prezzo netto della benzina aumentava meno rispetto al diesel si è registrato uno strano cambiamento di rotta. D’ accordo che il greggio è salito, ma il prezzo netto dovrebbe salire in misura simile per entrambi i carburanti, vedremo se è una mossa per mascherare dei futuri aumenti sul diesel.
Dati del Ministero dello Sviluppo Economico degli ultimi mesi
Dopo che per settimane il diesel è aumentato di più rispetto alla benzina, questo mese si è verificato un drastico cambiamento, forse perché il mercato auto ha già mostrato un’ importante calo di auto diesel o forse per mascherare un futuro aumento della tassazione sul diesel?
EcomobilityIdea-DiffBenzGasol-MesiMar2019Le solo-benzina restano a guardare, solo +9.9% che frenano l’ avanzata dei mesi scorsi. Analizzando diesel e benzina, insieme mantengono l’ 86.8% di quota di mercato, ancora molto alta, ma era da tempo che non scendeva sotto l’ 87%, sarà da analizzare meglio nel corso dell’ anno. Speriamo scenda costantemente per un’ aria più respirabile!

Nonostante il ritardo del decreto attuativo per gli incentivi statali, le Elettriche non si fanno attendere e il +42.1%, è un gran segnale, soprattutto grazie a Tesla che ha pensato bene di anticipare l’ incentivo per non bloccare le vendite.
Interessante e contro Toyota, la nuova pubblicità della Nissan Leaf
, dove non parla di motori rispettosi della normativa Euro 6.2, ma di motori Euro sempre!
EcomobilityIdeaUnrae-ElettricheMarzo2019Dal grafico EcomobilityIdea si vede come le elettriche siano vicine al miglior risultato di sempre, ormai atteso da troppi mesi.
EcomobilityIdea-graf-ElettricheMarzo2019Anche le Plug-in frenate dal mancato debutto degli incentivi, ma +22.2% è un risultato buono in attesa di aprile.
Per capire cosa vuol dire un’ auto plug-in vi invito ad analizzare la nostra esperienza.
EcomobilityIdea-graf-Plug-inMarzo2019A marzo 2019 Plug-in ed Elettriche registrano 1072 immatricolazioni “ricaricabili”, +38%, pronte per il boom storico.
Come anticipato nel precedente articolo, dal grafico EcomobilityIdea si evince come elettriche e plug-in siano partite come nel 2018, ma ora tutto cambierà. Da qui si capisce anche la lungimiranza di EcomobiliyIdea, perché solo qui troverete i grafici dell’ andamento di Elettriche+plug-in
EcomobilityIdea-graf-ElettrichePlug-inMarzo2019Ecco la prima auto idrogeno del 2019
EcomobilityIdeaUnrae-IdrogenoMarzo2019Aumenta ma meno del solito la media ponderata unrae sulle emissioni CO2 di auto all’ acquisto, anche se è relativo, conta molto di più quanti km si percorrono con auto inquinanti, rispetto a quelli sulla carta. Uccide prima l’ aria resa irrespirabile dai diesel del surriscaldamento globale. 
EcomobilityIdea-UnraeCO2-Marzo2019Dati 2019-2018-2017: diesel in costante calo, un anno e mezzo fa era all’ apice, ora perde costantemente più del 25%, benzina in crescita, ibride in crescita indiscussa, GPL stabili, metano in metastasi, ibride plug-in ed elettriche pronte per passare alla storia.
EcomobilityIdeaUnrae-Marzo2019EcomobilityIdeaUnrae-Marzo2018EcomobilityIdeaUnrae_Marzo2017